• Avv. Francesco Mantovani

Mobbing o straining? Al lavoratore l’onere di provarli.

Occorre dimostrare tutti gli elementi della condotta vessatoria e il nesso causale tra questa e il danno patito (Sent. Cass., Sez. Lavoro, n. 24883 del 4/10/2019)

Secondo la Suprema Corte l'obbligo del datore di lavoro di non recare danno alla sicurezza, libertà e dignità del lavoratore discendente dall’art. 2087 c.c., nel quale rientra l’obbligo di astenersi da iniziative, scelte e comportamenti stressogeni che possano ledere l’integrità psicofisica del lavoratore, grava quest’ultimo dell’onere di provare tutti gli elementi di fatto della condotta vessatoria ed il nesso causale tra questa e il danno patito.


Post recenti

Mostra tutti